April 26, 2013

Fine di un'era

"Vuoi sapere come l'ho conosciuto?"
"Si"

"Beh, la guerra era appena finita, ed io ero al mercato a vendere i pomodori, quando passa davanti al mio banco una ragazzo bellissimo. Che mi guarda. Ma era impossibile che stesse guardando me, perchè io ero brutta.

La settimana successiva, sono sempre a vendere pomodori nel mio banco, e mi passa davanti ancora questo ragazzo bellissimo. Che mi guarda di nuovo. Impossibile stia guardando me.
Dopo pochi minuti, ripassa davanti al banco con due bellissime ragazze, una a destra, e una sinistra.
Ecco, vedi, lo sapevo che non poteva guardare me, guarda con che belle ragazze va in giro. Sarà il solito farfallone, penso.

(Lui ridendo: erano le mie sorelle!!!l'avevo fatto per farla ingelosire!e ci sono riuscito!)

La settimana successiva io sono sempre lì con il mio banco, e lui passa davanti. Mi guarda. Si avvicina. E mi chiede se quando ho finito mi può accompagnare a casa.
La strada è lunga, gli dico. E allora la faremo assieme, mi risponde."

E non si sono più lasciati.

I "protagonisti" della storia sono i miei nonni.
Loro, si sono sposati, hanno avuto quattro figlie, quattro generi e sette nipoti.
Ci sono sempre sempre stati, e per noi sarà difficile continuare senza di loro.
E' bello però sapere, che da oggi continueranno il loro viaggio insieme.

2 comments:

  1. Mi fai piangere mia cara Bea!
    Ti abbraccio fortissimo!!

    ReplyDelete