November 22, 2018

Le avventure della pice - fine novembre 2018


- ad ogni cambio pannolino questi piedini sono sempre più irresistibili

- prendo sonno ovunque e a qualsiasi ora

- nonostante le mille difficoltà ed il male, lo rifarei mille altre volte per un sorriso del mio piccino e per questi occhi blu

- i 40 giorni stanno finendo (olè!!!)

- per tutta la gravidanza ho ascoltato Virgin Radio, e adesso il piccolino sta buono con la musica classica

October 30, 2018

Le avventure della pice - fine ottobre 2018

E' così facile scrivere 5 fatti belli che mi sono successi questa settimana.
Però sono cose mie.
Perchè sono cose grandi ma così grandi che finchè una persona non le vive non le capisce e per quel che mi riguarda, devono restare mie.

Quindi vi dirò che:
Il purè dell'ospedale è una delizia.
Non sto scherzando.
L'ho ordinato per tutto il tempo in cui sono rimasta lì.

Esistono gli angeli.
Il mio per un giorno si è umanizzato nella Bertilla.
E' stata la mia salvezza, non ho mai ringraziato così tanto una persona in vita mia.

Ho ritrovato mia mobilità (non è ancora possibile parlare di agilità...se mai sarà possibile associare questa parola a me).
riesco ad allacciarmi le scarpe: u_u

Mi innamoro ogni giorno di più di mio marito.

Abbiamo un bambino (e di seguito come passo buona parte del mio tempo...)
via

October 20, 2018

Le avventure della pice - seconda metà di ottobre 2018

Il cavolo: che delizia, che bontà.
Ha un gusto così buono, così...non so spiegare.
Lo mangio cotto al vapore, e la difficoltà sta nell'azzeccare il giusto grado di cottura.
Nè troppo mollo, nè troppo duro.
Poi una spolverata di sale, un giro d'olio ed ecco come farmi alzare felice e soddisfatta da tavola.
I più non capiscono questa mia totale devozione al cavolo lesso, ma affaracci loro, non hanno la minima idea di quello che si perdono.

I miei amici, i duchi di Cambridge, mi hanno mandato una lettera per ringraziarmi del bigliettino che avevo mandato loro per la nascita di baby Louis.
Sempre carini loro.

Ieri sera ho pianto ascoltando e dedicando questa canzone ai miei due uomini preferiti (uno è in arrivo).

Mio marito che mi dice che sono bellissima.
Sono gonfia, brutta, pesante, un orrore.
Ma che bello sapere che lui mi vede bellissima nonostante tutto.
E io che faccio finta di crederci.

Sto sicuramente esagerando con la quantità di puntate che vedo quotidianamente di Suits.
Ma Donna e Harvey.....

La mia totale incapacità di mangiare senza sporcarmi.

October 12, 2018

Le avventure della pice - metà ottobre 2018

- In questi pesanti giorni di attesa, ho trovato nel web un'illustratriceLine Severinsen, che sembra mi stia spiando e si stia ispirando alla mia quotidianità...
via
via
via
via
- sto creando una pagina nel mio blog con tutte le ricette che trovo in giro per internet, che provo e che mi piacciono.
Al momento, il sito da cui sto attingendo di più è La cucina spontanea: le ricette sono genuine, facili e ti vien voglia di passare una giornata in cucina solo per provarle.

- vado in giro per i negozi giusto per capire cosa propone la moda quest'anno e per vedere se ci sono vestiti larghi che potrò permettermi tra qualche settimana.
Quando esco prometto alle commesse che tonerò: sono convinta che a loro non importi niente, ma mi sembra giusto rassicurarle.

- durante la giornata mi capita di entrare ed uscire da una cameretta che è tutta bianca, azzurra e grigia. Manca solo il principale coinquilino e poi sarà davvero perfetta.

- la mia mamma e la sua inesauribile capacità di sorprendermi, comprendermi, stupirmi.
Forse anche grazie alla mia panciona, capisco qualcosa in più di lei.

October 7, 2018

Le avventure della pice - inizio ottobre 2018

Al corso ci hanno detto che colorare i mandala mette tranquillità e fa esprimere la creatività.
Era una vita che aspettavo una buona scusa per comperare una confezione di pennarelli Giotto.
24 pennarelli a 2,49€. Che spettacolo.
Adesso, io e il mio pancione ci sediamo in divano, sfoderiamo i nostri 24 pennarelli (quasi sempre disposti dal più chiaro al più scuro) e passiamo i dopo pranzo a colorare.

Non so voi, ma ascoltando questa e leggendo questo, io piango.

Le mele a fine pasto.
Sono buone quasi quanto un dolcetto.
Ogni tanto me ne mangio due alla volta.
Tanto è frutta.
Tanto è solo per una volta.
Quante scuse, ma a sto punto etto in più etto in meno, manco si vede.

Benedetti sabati di raffreddore e pioggia.
Ho passato l'intera giornata con il mio Mr.
Vedere come si destreggia tra i fornelli è impagabile.
E così mi si stampa un sorriso in questo mio faccione mentre mangio la torta che abbiamo fatto assieme.

Leggere i  #3fattidioggi della @signorinalave
Va a finire che prima o poi li scrivo anch'io.
Se scrivo almeno una volta a settimana lo devo a lei e a questo suo post

October 2, 2018

Pice in cucina: Torta di ricotta e mele

Ieri è stata la giornata perfetta.
Pioggia, televisione, copertina, mandala da colorare e il profumo di dolce che invade tutta la casa mentre si cucina nel forno.
Ottobre.
Sarai un mese pieno di sorprese e di prime volte.
Sei il mese che aspetto da febbraio.
Grazie per essere arrivato.

Come dicevo, ieri pomeriggio la casa profumava come se avessi acceso 10 yankee candles al profumo di dolce.
Da quando ho scoperto come funziona il forno, mi sembra di avere un nuovo alleato in cucina, che silenziosamente fa il suo dovere senza deludermi.
La ricetta proviene dagli archivi di mia sorella, non so se esista una fonte ufficiale.
Per noi è la TORTA DI RICOTTA E MIRTILLI anche se io i mirtilli non li ho trovati e così ho messo la mela, ma si può mettere qualsiasi frutto, o anche niente☺️tanto viene supersoffice.

TORTA DI RICOTTA E MELE 
Ingredienti:
180 gr di farina 00
50 gr di burro fuso
85 gr di ricotta
70 gr di zucchero di canna
70 gr di zucchero bianco
1 uovo
125 ml di latte
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
mirtilli/ mela (qualsiasi frutto vogliate mettere e abbiate in casa)

Procedimento:
Unire il burro fuso, la ricotta e lo zucchero amalgamando bene il tutto (ah, non avevo lo zucchero bianco sicchè ho messo solo zucchero di canna).
Quindi inserire l'uovo, il latte e mescolare.
Aggiungere la farina e il lievito setacciati e infine il pizzico di sale.
Foderare la tortiera, versare l'impasto e disporre la frutta che si è scelto di inserire.
Infornare a 180° per 30/35 minuti.

September 30, 2018

Le avventure della Pice - fine settembre 2018

Prima di giovedì sera pensavo che il forno avesse l'opzione ventilato e statico.
Non tutto quello che ho cucinato in questi tre anni è andato a buon fine, soprattutto le torte....le bruciavo ma dentro restavano crude.
Ieri sera, scopro di avere l'opzione grill e non grill.
Di ventilazione e staticità manco l'ombra.
Si spiegano tante cose.
E il fatto che abbia comunque cucinato qualcosa con il forno (e sia venuto buono), resta un mistero.

Venerdì sono passata a salutare i colleghi in ufficio.
Dalla mia postazione è sparito il telefono: ottimo, era la parte più ansiosa del mio lavoro.
Per evitare che mi rubino anche la sedia, però, ho tirato fuori l'alberello di Natale.
In fondo mancano meno di 100 giorni, e le buone abitudini non bisogna mai perderle.

Questa cosa che i cimici mi fanno gli agguati e li trovo in ogni stanza della casa deve finire.
L'altra sera il Mr mi ha detto che in casa c'era anche una cavalletta.
Eh, uno zoo adesso.
Quando spariscono dalla circolazione? o come faccio per sterminarli e non averli più in giro per casa?

So che ne ho già parlato.....ma Suits?????
Oltre alla trama, ho il desiderio di vedere mio marito vestito un po' più elegantemente.
Un po' più attento a certi dettagli.
Che illusa.
Il sogno di vederlo vestito come Harvey Specter si infrange ogni mattina, quando esce dalla camera con una felpa.

I miei capelli: finalmente posso tenerli sciolti.
Ho passato un'estate con pensieri tipo "adesso mi rado", "mi faccio un taglio da maschio, tanto poi ricrescono" ma per fortuna non sono mai passata all'azione, e mi sono sempre fatta una coda.
Sono grata di non aver ascoltato i miei pensieri sul rasarmi a zero.
Un salutino al parrucchiere è bene che vada a farlo però.

September 25, 2018

Il coro femminile di Chilbury

E anche questo libro mi ha rapita.
Grazie Annina per avermelo regalato.

Mi ha trasportato a Chilbury durante la seconda Guerra Mondiale, e mi ha fatto conoscere personaggi indimenticabili.
Tramite lettere, diari, si scoprono donne che la guerra e gli eventi in generale fanno crescere, evolvere. Il coro femminile che Miss Prim porta avanti nonostante non ci siano uomini perchè partiti per il fronte, è il motivo di aggregazione principale tra le donne protagoniste del racconto.

Mi sono affezionata a Mrs Tilling, perchè tutti vanno da lei quando hanno un problema.
E perchè dalla finestra aperta del suo salotto, entra un buon profumo di lavanda che sembra sia stato fatto il bucato.
Mi è piaciuta l'evoluzione del personaggio di Venetia, da ragazzina diventa una donna che lotta per quello che vuole.

E poi mi sono ritrovata a canticchiare più del solito in giro per la casa, il che non guasta mai.

Questo quello che ho sottolineato 😀:
"E' molto difficile mantenere viva l'immagine di una persona dopo la morte. Mi creda, ho tentato. Ci sono tante cose inafferrabili in ciascuno di noi, i dettagli, il passato, le piccole abitudini fastidiose, il modo di parlare, l'odore. Sono queste cose e infinite altre che danno a ciascuno una pienezza che è impossibile ricreare."

"Ha detto che il pensiero della morte non la turbava. Anzi, aveva capito che dà senso alla vita, perchè soltanto se si rischia di morire poi si sceglie di vivere come si vuole e non come vogliono gli altri. Assaporando fino in fondo ogni momento."

"Cerca il luogo in cui ti senti a tuo agio, dove sei più felice, dove quello che sei è importante. Non aver paura dei cambiamenti."

September 23, 2018

Le avventure della Pice - seconda metà di settembre 2018

Ho un fantastico contapassi che mi dice quanto mi muovo in una giornata.
Non so quanto accurato sia.
Il mio obiettivo quotidiano sono 10000 passi al giorno: da martedì, a parte ieri, ho sempre raggiunto e superato questa distanza.
Ai 10000 l'orologio vibra, batte le mani e fa i fuochi d'artificio.
Ho pensato che dovrei festeggiare con la stessa enfasi anche altri obiettivi.
Intanto però, mi godo i miei momenti di celebrità con il mio contapassi.

La mia nipotina ha compiuto un anno.
Era circondata di persone che la adorano, di palloncini rosa, di piatti con topolino.
Ha fatto sorrisi a tutti con i suoi nove dentini.
Quest'anno è una felicità ancora più grande .

Oggi riuscirò ad accendere il forno.
E' da tipo un'estate che ho voglia di una specie di parmigiana di melanzane ("specie" perchè non friggo le melanzane...i puristi storceranno giustamente il naso).
Ma io non vedo l'ora di affondare il coltello nella mozzarella filante, e sentire il gusto del pomodoro e delle melanzane che si sciolgono in bocca.

Mio marito con la barba da fare.
Ha un solo pelo bianco.
Ed è figo da morire.

In settimana stavo camminando per l'argine per raggiungere i miei 10000 passi, e ho incrociato una comitiva di ciclisti "âgée" e uno di questi appena mi ha vista mi ha fatto un sorriso, ha smesso di parlare con il suo vicino di bici e mi ha urlato "Complimenti signora!".
E il buonumore si è impadronito di me e della mia giornata.

Foto fatta al Parco Sigurtà questa primavera

September 18, 2018

Cento sfumature di verde

Nei tre giorni passati in montagna il tempo non è stato molto clemente.
Nel senso che è sempre (o quasi) piovuto.
Così io e il mio Mr ci siamo goduti il lago di Auronzo in solitaria, con un pescatore, con qualche famiglia che, come noi, se n'è fregata di qualche goccia di pioggia ed è uscita fuori di casa.
E ho visto 1000 tonalità di verde 😊